Messaggio
  • Cookies

    Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti clicca sul link presente dopo il pulsante. Se clicchi sul pulsante “ accetto “ allora acconsenti all ’ uso dei cookie

    Informazioni sui cookies

Il commercio muore, la città si spegne

Giovedì 24 gennaio in 5 comuni della provincia - Gorizia, Monfalcone, Grado, Gradisca d'Isonzo, Cormons - abbiamo consegnato ai Sindaci oltre 400 chiavi delle nostre attività. Un  gesto simbolico, che ha chiuso l’iniziativa di protesta che ieri sera ci ha visto spegnere le luci dei nostri negozi per mostrare cose significa una città senza commercio.

 

Il principale messaggio che oggi abbiamo cercato di lanciare e che non possiamo più perdere tempo. Tutti, politica compresa, devono iniziare a ragionare su punti CONDIVISI per attuare strategie e programmi mai come oggi improrogabili.

 

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.252955184837245.66110.100003682970609&;

 

La situazione è drammatica, alcuni dati:

 

·                 Il settore dei servizi, che rappresento, occupa il 68,1% dei lavoratori della nostra provincia;

 

·                 Dal 2007 al 2011 il tasso di disoccupazione in provincia di Gorizia è passato dal 3,2 al 6,4%;

 

·                 Il PIL della Provincia ha segnato nel 2012 un -1,9% ;

 

·                 I consumi hanno segnato un -3,9%;

 

·                 Al terzo trimestre 2012, il saldo tra imprese aperte e chiuse ha fatto registrare nel solo comparto Commerciale un  -44, nella ristorazione -13, negli altri servizi -42.

 

Tutte queste iniziative sono state organizzate per portare attenzione sulla grave crisi del nostro settore e per cercare di portare quante più persone alle giornata di mobilitazione organizzata da Confcommercio Friuli Venezia Giulia a Trieste lunedì 28 gennaio. FACCIAMOCI SENTIRE.


 

Ecco il reportage fotografico della consegna delle chiavi nei comuni di Gorizia, Monfalcone, Gradisca d’Isonzo, Cormons e Grado

 

Gorizia:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.253015204831243.66114.100003682970609&;

Monfalcone:

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.253045421494888.66119.100003682970609&;

Gradisca d’Isonzo: 

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.253013104831453.66113.100003682970609&;

Grado: 

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.253011858164911.66112.100003682970609&;

Cormons: 

https://www.facebook.com/media/set/?set=a.253021534830610.66115.100003682970609&;


L'invito: Luci spente e serranda abbassate da mercoledì sera a giovedì mattina.


Confcommercio Gorizia invita tutti i commercianti della provincia a spegnere le luci delle proprie attività (sia interne, sia quelle delle vetrine) e ad abbassare tutte le saracinesche in segno di protesta contro l’inerzia dell’apparato pubblico nei confronti della nostra categoria.
Con tale iniziativa si vuole mostrare come la chiusura di tanti negozi causerà l’impoverimento e il degrado delle nostre città.
Per questo, Ti chiediamo di spegnere tutte le luci e ad abbassare le serrande dalle 19.30 di mercoledì 23 gennaio fino alle 9.30 di giovedì 24, quando siete tutti invitati a recarvi:
Gorizia, Piazza del Municipio, 1
Monfalcone, P.zza della Repubblica, 8 
Gradisca d’Isonzo, Via M. Ciotti, 49
per una simbolica consegna della chiavi delle vostre attività al Sindaco della città.

 
convenzioni
lets go
facebook
twitter
oggi impresa
tempONweb
scadenzeFISC
TERZSICUR
copertina fimaa
VENDITA SACCHETTI
raccolta