Messaggio
  • Cookies

    Il nostro sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per vedere quali cookie utilizziamo e quali sono di terze parti clicca sul link presente dopo il pulsante. Se clicchi sul pulsante “ accetto “ allora acconsenti all ’ uso dei cookie

    Informazioni sui cookies

I NUOVI ADEMPIMENTI TELEMATICI PER LE COMPENSAZIONI SUL MODELLO F24 E IL VISTO DI CONFORMITA’

Nell’ambito della cosiddetta “Manovra correttiva” in vigore dal 24 aprile 2017 tramite l’articolo 3 del Decreto Legge n. 50/2017 contenente Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo”, sono state apportate importanti modifiche all’utilizzo del crediti in compensazione.

La nuova norma, ha introdotto con decorrenza 24 aprile 2017, per i soggetti titolari di partita IVA (imprese individuali, società e professionisti), nuove modalità di compensazione dei crediti nel modello F24, al fine di contrastare eventuali abusi tramite indebite compensazioni.

Lo stesso articolo 3 del Decreto Legge in questione stabilisce inoltre che “al fine di contrastare gli indebiti utilizzi in compensazione dei crediti d’imposta” è prevista:

la riduzione da € 15.000 a € 5.000 del limite annuo di utilizzo dei crediti tributari (IVA, IRES - IRPEF, IRAP, ecc.) in compensazione, oltre il quale è necessario il visto di conformità effettuato da un professionista iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti ed Esperti contabili, oppure dal Centro di Assistenza Fiscale tramite il professionista delegato;

l’utilizzo del canale telematico ENTRATEL/FISCONLINE, tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, per la compensazione di qualsiasi credito tributario in riferimento a qualsiasi tributo ed importo (soppressione limite annuo di € 5.000).

I crediti in questione sono quelli che scaturiscono dalle dichiarazioni fiscali, quali ad esempio, il credito:

IVA derivante dalla dichiarazione annuale

IRPEF/IRES derivante dalle dichiarazioni dei redditi

ADDIZIONALE REGIONALE/COMUNALE dal modello redditi persone fisiche;

IMPOSTE SOSTITUTIVE

IRAP che scaturisce dalla relativa dichiarazione

RITENUTE ALLA FONTE da modello 770.

 

 

Alla luce di tutte queste novità, già dalla prossima scadenza del modello F24 del 16 maggio, è obbligatorio usare i canali telematici dell’Agenzia delle Entrate, e non più l’Home Banking , per qualsiasi credito tributario in compensazione presente sul modello F24.

Si ricorda a tutti i nostri gentili clienti che la nostra struttura eroga tutti questi servizi compreso anche il visto di conformità, in occasione della presentazione delle dichiarazioni tributarie.

I nostri uffici sono a completa disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti

Gorizia, 10 maggio 2017.

                                                                 Il responsabile fiscale del C.A.F.

                                                                         Rag. commercialista

                                                                               Paolo Berchicci

 

 

 

 

 

 

 
convenzioni
lets go
facebook
twitter
oggi impresa
tempONweb
scadenzeFISC
TERZSICUR
copertina fimaa
VENDITA SACCHETTI
raccolta